• Partenza Piazza Osigo
  • Lunghezza: 8,4 Km.
  • Ore: 2 ore 50 minuti
  • Altezza min. e max.:  144 / 375 mt.
  • Dislivello: 578
  • Percorso: lungo, facile per altimetria.
  • Abbigliamento: tenuta e scarpe comode e sportive

Download Traccia

Passeggiata del Torchiato1Passeggiata del Torchiato2Passeggiata del Torchiato3

Percorso. Da piazza Osigo si imbocca Via Carnielutti, una strada in salita che conduce ai Colodi, borgata caratterizzata dalle presenza di vecchie case coloniche. Da qui si prosegue a sx su carrareccia. Dopo 100 metri si svolta a dx attraversando un vigneto. Superato un piccolo torrente si scende a dx fino alla strada provinciale. Qui si prosegue a dx per circa 100 metri e dopo la prime case si scende a sx per risalire poi verso borgo Luca. In prossimità di una fontana posta sul lato dx, inizia la discesa su sentiero panoramico verso la borgata del Col. Al termine del sentiero ci si avvia a dx verso il piazzale dove si trova un antico torchio (foto sopra) usato un tempo per torchiare le vinacce del “Verdisio”, del ”Prosecco” e del “ Boschera”. Da qui si ritorna sui propri passi fino alla chiesetta e si imbocca a sx Via Pralongo. Si scende su carrareccia tra vigneti, si oltrepassa un’abitazione. Prima dell’abitato successivo si gira a dx, si mantiene la sx, si oltrepassa un torrente e si giunge in un vasto prato dove sulla dx sorge la chiesetta di San Antonio e il Borgo Coilsola. Si scende fino alla strada, si tiene la sx e subito dopo si sale a dx verso la Villa Roncat Salvador tra vigne e ulivi. Giunti sul retro della villa si sale a sx, dopo un centinaio di metri ci si inoltra a dx su un sentiero in mezzo ad un boschetto di noccioli e carpini, si oltrepassa un prato, si mantiene la dx e si imbocca poco dopo una carrareccia a sx che ci conduce nella borgata di Costa Pelada. Da qui, su strada asfaltata, mantenendo la sx, si giunge in località Podolin dove a dx si imbocca Via Tonus. Superato il borgo Tonus si esce sulla strada statale 422, si gira a dx e, dopo una curva si imbocca a sx Via degli Alpini per giungere in Col di Vaca. Da qui si scende in Borgo Da Re, si imbocca Via Cima da Conegliano e  si ritorna ad Osigo. 

Aspetti storico – naturalistici. Il paesaggio è caratterizzato dalla presenza di vigneti utilizzati per la produzione del “torchiato”, antichi alberi da frutto e olivi. Nel tratto tra Villa Roncat Salvador in direzione Tonus si attraversa un boschetto di carpini dove è presente il Limodorum abortivum (orchidea parassita, dai grandi fiori violacei, tipica dei borghi termofili di latifoglie e conifere). Il sentiero attraversa anche antichi borghi e oratori: Colodi, Luca, Col, Colsola, Tonus, Col de Vaca. Per la degustazione o acquisto del torchiato rivolgersi al Centro di Appassimento (via Castagnola,50, Osigo, tel. 340 2706497).

Accoglienza e ristorazione: ristoranti da Franco, Osigo,Cal de Cavi a Piai, B&B al Mulino Osigo, Albergo e ristorante Fratte alle Fratte.

Questo sito utilizza i cookies per garantire una migliore esperienza d'uso. Continuando la navigazione, acconsenti all'uso di questi ultimi.